ops Neonato finalmente a casa - mammebio.it
ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

logo di mammebio.it (torna alla homepage)

Vivere in un ambiente bio secondo natura.

Neonato finalmente a casa

Arrivando a casa con il vostro neonato potreste avere alcuni dubbi su come comportarvi. Non vi preoccupate, è più semplice di quanto pensiate.

Sarà importante essere sicure della pulizia dei pavimenti, delle pareti e in generale delle superfici dove appoggerete le cose che vi serviranno.
Se possibile, la temperatura della casa dovrà essere gradevole, tra i 18° C e i 22° C.
Nei primi giorni per capire se il piccolo ha caldo o freddo toccatelo e controllate i cambiamenti del colorito abituale del volto, delle mani, dei piedi e della punta del naso. Nel caso avesse caldo, le manine e i piedini saranno caldi e le guance molto rosse. Se viceversa avesse freddo, il colorito del volto e delle labbra sarà grigioviolaceo. Dopo le prime settimane vestitelo come vi vestireste voi.

In casa, è sufficiente:

  • garantire temperature non troppo alte;
  • arieggiare spesso gli ambienti con la semplice apertura delle finestre per qualche minuto, proteggendo prima il piccolo da eventuali sbalzi di temperatura e dalle correnti d’aria;
  • non fumare e allontanare il bambino o la bambina dalla cucina durante la cottura dei cibi. Anche i fumi dell’olio fritto sono irritanti per la gola e per i bronchi e aprono le porte ai germi e ai virus responsabili di vere e proprie malattie;
  • non copritelo eccessivamente quando dorme; mettetelo a dormirea pancia in su;
  • si sconsiglia di portare i bambini nei locali inquinati da fumo e da polveri sottili irritanti (smog prodotto dalle automobili). L’esposizione al fumo di sigaretta può provocare al bambino malattie del naso, della gola complicate da otite media e da bronchiti asmatiche. Si raccomanda perciò alla mamma di non fumare durante l’allattamento al seno e di impedire agli altri adulti di fumare in casa.

Fratellini o sorelline

I fratelli e le sorelle dopo un primo momento di stupore e di curiosità in occasione dei primi contatti con il nuovo nato, potrebbero provare, nei giorni successivi un sentimento di delusione perché si renderanno conto che la situazione è cambiata, non a loro vantaggio,e che saranno “costretti” a qualche rinuncia.
Per far accettare il nuovo arrivato senza frustrare il più grande, soprattutto durante le prime settimane, è utile:

  • non porgli eccessivi limiti senza dare giuste e chiare motivazioni (“adesso non puoi più fare così” ; “attenzione, perché altrimentisi sveglia” ; “aspetta che devo cambiare quel piscione”, ecc.)
  • farlo partecipare alle cure per il nuovo nato perché potrebbeessere gratificante. Almeno nelle prime settimane
    di vita, anche se il rapporto sembra buono, è comunque necessario stare molto attenti alle manifestazioni
    di affetto o di ostilità rivolte dal grande al piccolo. Questa attenzione deve essere ancora maggiore quando il più
    piccolo inizia a trascorrere un po’ di tempo fuori dalla culla. E’ bene controllare l’operato del grande e spiegarli con chiarezza quali sono i rischi che la casa costituisce per il fratellino o sorellina e anche quali rischi potrebbe correre per gesti compiuti inavvertitamente dai bambini più grandi.

Anche un animale domestico

Avere un animale domestico in casa è sicuramente simpatico e utile per la crescita dei piccoli, ma allo stesso tempo richiede accorgimenti per la loro sicurezza. Innanzitutto occorre:

  • fare attenzione al rischio di trasmissione di germi e parassiti derivanti dagli animali, lavando accuratamente le mani prima ditoccare il bambino o i suoi alimenti;
  • assicurarsi che il cibo e i prodotti per la pulizia degli animali non siano alla portata dei più piccoli;
  • addestrare gli animali per salvaguardare i bambini da eventuali pericoli di aggressione;
  • non lasciare mai il bambino solo con l’animale.
    L’arrivo di un bambino in casa, infatti, può essere avvertito dagli animali domestici come l’arrivo di un intruso o di un estraneo, perché comporta dei cambiamenti di abitudini anche per loro. Quindi, soprattutto nelle prime settimane, anche se l’animale vive con voi da molto tempo, dovrete prestare molta attenzione alle sue reazioni e a i suoi comportamenti, per evitare di esporre il vostro piccolo a un possibile pericolo.

(Tratto da: BAMBINE e BAMBINI del MONDO  GUIDA PER LE FAMIGLIE, Ministero della salute)

29/10/2010

15/8/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti! Avvertenza privacy: raccomandiamo, nel postare messaggi, di prestare attenzione rischi connessi al fatto di rendersi identificabili sul web in relazione alla propria patologia. E questo anche alla luce della possibilita' che tali informazioni possano essere indicizzate dai motori di ricerca generalisti o conosciuti dalla generalita' degli utenti Internet e non dai soli iscritti al sito.

Altro su: "Neonato finalmente a casa"

Bimbo mio, ti insegno a guardare il mondo!
Dalla nascita fino al primo anno di vita, giochi, filastrocche, canzoni e altro da far fare ai propri bambini.
Un bebè, praticamente a costo zero
Stop ai costi eccessivi e inutili: questo libro è una guida indispensabile per un approccio sostenibile e corretto ai reali bisogni dei neonati.
Corredino per il neonato: in casa
Una lista di cose (vestiti, biancheria e tanto altro) che non devono mancare in casa, unita ad alcuni consigli per preparare il corredino per il neonato.
Genitori marsupio, con la fascia porta bebè
Una tradizione antica che favorisce un contatto profondo della mamma e del papà con il proprio bambino e migliora il suo adattamento extrauterino.
Stop al pianto, con "Un bambino felice"
Il nuovo modo per calmare il pianto e aiutare i bambini più piccoli a dormire serenamente e a lungo, sin dai primi mesi.
Dove mettere la culla del bebè? Te lo dice il Feng Shui
Non basta dire culla: le indicazioni pratiche e i consigli su come prepararsi all'arrivo di un bebè, dall'antica disciplina cinese.

MammeBio

MammeBio ti accompagna nella tua vita secondo natura.

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!