ops Erbe, fiori selvatici e miele: la cucina di primavera - mammebio.it
ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

logo di mammebio.it (torna alla homepage)

Alimentazione biologica sana e naturale.

Erbe, fiori selvatici e miele: la cucina di primavera

Due appuntamenti per imparare a riconoscere ed utilizzare in cucina erbe spontanee, fiori selvatici e miele.

Un corso per imparare a usare i fiori selvatici per le nostre ricette.Il bosco può essere più cose in una. Può essere allo stesso tempo una grande dispensa ed una cucina, una scuola, un laboratorio ed un rifugio. Il bed&breakfast “Il Richiamo del Bosco”, nel cuore dei Boschi di Carrega, vicino a Sala Baganza (a 15 km da Parma), conosce bene quello che si nasconde tra gli alberi e si è dato il compito di svelare i segreti celati dal fitto susseguirsi dei tronchi e delle foglie a chiunque senta fortissimo il richiamo della natura, con due corsi primaverili tenuti da Armanda Manghi, apicoltrice e appassionata di cucina naturale, socia di Agricoltori Custodi della Provincia di Parma e membro dell’Associazione Ambasciatori del Miele.

Sabato 28 aprile 2012, il Laboratorio di cucina con erbe spontanee e fiori selvatici si apre alle 15.30 con un percorso ed un dialogo sulle erbe spontanee ed aromatiche del territorio, volto a sviscerare le proprietà e l’utilizzo in cucina di melissa, alliaria, aneto. Dopo una breve pausa con tisane e the aromatici, la cucina diventerà il laboratorio nel quale elaborare un menu completo, dall’antipasto al dolce, prima di accomodarsi a tavola per cenare con il frutto del lavoro della giornata. Si consiglia di portare grembiule e ciabatte per lavorare più comodamente.

Sabato 9 giugno, è invece la volta del Corso sul Miele: si comincia alle 15.30 con un’introduzione sulla vita dell’alveare e a seguire un approfondimento su miele, polline, pappa reale, cera e propoli, con accento sulle proprietà e le caratteristiche d’utilizzo a livello alimentare e cosmetico. Dopo una pausa con tisane e the aromatici, il laboratorio si sposta in cucina, dove i partecipanti troveranno una cena a base di formaggi abbinati a vari tipi di miele, verdure dell’orto cotte, crude, in agrodolce, tutto accompagnato da prodotti da forno un po’ particolari e vini delle colline parmensi.

Partecipare costa 75 euro per persona. E include: il corso, la cena, il pernottamento e la prima colazione. Se si desidera invece partecipare solo al corso, la tariffa è di 35 euro (comprensiva della cena).

 

27/3/2012

27/3/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti! Avvertenza privacy: raccomandiamo, nel postare messaggi, di prestare attenzione rischi connessi al fatto di rendersi identificabili sul web in relazione alla propria patologia. E questo anche alla luce della possibilita' che tali informazioni possano essere indicizzate dai motori di ricerca generalisti o conosciuti dalla generalita' degli utenti Internet e non dai soli iscritti al sito.

Altro su: "Erbe, fiori selvatici e miele: la cucina di primavera"

Un po' di miele, per lavarsi il viso
Usato da sempre anche con fini cosmetici, il miele dona una pelle morbida, vellutata. Una ricetta da bere (e per lavarsi).
No ai fiori recisi per San Valentino, meglio una bella pianta in vaso
Una piccola azione molto green per un San Valentino è preferire ai fiori recisi una bella pianta in vaso.
Un pediluvio con i fiori di primavera
Scegliete di fare un bel pediluvio sfruttando i molti fiori di primavera, tutti quei fiori che proprio in questo periodo dell'anno vediamo sbocciare.
Florigrafia: il linguaggio dei fiori
Il linguaggio dei fiori, conosciuto come florigrafia, studia il significato e il tipo di messaggio che si vuole esprimere con un fiore.
Piante di aloe vera o barbadensis – e arborescens
Frullati freschi con componenti semplici e naturali: Aloe arborescens, miele, distillato.
Ricicliamo tutto, anche i fiori di San Valentino
Scopriamo come riutilizzare i fiori di San Valentino realizzamdo un pout pourri con rose, scorze di limone, tisane e oli essenziali.

MammeBio

MammeBio ti accompagna nella tua vita secondo natura.

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!